Farmacie italiane: rane in pentola?

Farmacie italiane: rane in pentola?
Durante l’ultimo convegno, organizzato con gli amici farmacisti della Rete, abbiamo ascoltato la storia della “Rã fervida”.

Ci siamo chiesti se, in fondo, questa non sia anche la storia di molti farmacisti italiani.

Di che si tratta?
Un bel giorno una rana, presa dal suo bel laghetto, viene immersa in una pentola di acqua fresca, col fuoco acceso; la temperatura bassa le piace, a tal punto da farsi una lunga nuotata; col passare dei minuti, l’anfibio inizia a percepire un tepore gradevole, tanto da rilassarsi fino a dormire di gran gusto; il risveglio, a dirla tutta, non è dei più dolci perché la temperatura inizia a farsi scottante ma per pigrizia la rana decide di godersi il più possibile questo break in “piscina” (in fondo a chi non piace un bel bagno termale!?); nel momento in cui la raganella inizia ad ustionarsi, però, realizza la necessità di uscire dalla pentola ma, nel frattempo, si è già fortemente indebolita, al punto da non riuscire quasi più a muoversi.
La sorte finale, purtroppo per il povero animale, è inevitabilmente quella di finire “fervida” (bollita) nell’acqua rovente.

E se avessero messo la rana nel pentolone con l’acqua già a 50°
Boing”: con un saltello sarebbe balzata via, mettendosi in salvo grazie al suo istinto.


Ora, la metafora è evidente.
Ogni farmacista infatti, incluso il meno attento, ha seguito gli sviluppi relativi al DDL concorrenza che, ricordiamo per l’ennesima volta, è divenuto legge spalancando letteralmente le porte del settore farmaceutico al capitale.

I grandi gruppi, dunque, sono ormai sull’uscio e le prospettive appaiono, mai come prima d’ora, chiare: oggi, domani (o al massimo dopodomani!) anche il farmaceutico seguirà, inesorabilmente, il trend del mercato globale.
In altri settori, infatti, sono tantissime le aziende italiane (s)vendute a realtà straniere.

Si potrebbero fare molteplici riflessioni sul tema ma la realtà è che un profondo cambiamento è in atto e le alternative, così come per la rana nella pentola, sono solo due: reagire con prontezza e salvarsi oppure crogiolarsi e soccombere.

Le farmacie italiane come rane in pentola?
L’acqua è sempre più calda: muoviti ora, finché sei in tempo.




[Immagine di Copertina - Credits: Evolution Revolution]

Condividi: