Il DDL Concorrenza è legge

Il DDL Concorrenza è legge
A più di 2 anni dalla sua prima comparsa il DDL Concorrenza è diventato finalmente legge dopo il voto di oggi al Senato.

Il provvedimento, che tocca vari settori tra cui il farmaceutico, l’assicurativo e l’energetico, ha concluso l’iter normativo ottenendo la fiducia chiesta dal Governo Gentiloni al Senato con ben 146 “Sì” e 113 “No, senza peraltro registrare nessuna astensione.
Sono serviti oltre 890 giorni, a partire dal 20 Febbraio del 2015, per approvare il disegno di legge annuale per il mercato e la concorrenza.

Quali cambiamenti per la farmacia?

Leggendo l’Art. 58 del DDL oggetto di discussione si apprende che le società di capitali avranno la possibilità di divenire titolari dell’esercizio della farmacia privata.
La direzione spetterà ad un farmacista socio.
Ricordiamo che i proprietari di una singola società avranno la facoltà di controllare al massimo il 20% dei presidi sanitari sul territorio regionale; le farmacie situate in paesini con meno di 6.600 abitanti, inoltre, potranno essere trasferite in comuni differenti, qualora subentrassero necessità particolari, scaturite da significative variazioni demografiche.
Infine, nulla cambia per i farmaci di Fascia C, la cui vendita continua ad essere riservata in via esclusiva alle farmacie.

[Immagine di Copertina - Credits: Il Giornale]

Condividi: